500esimo anniversario

Leonardo da Vinci

30 Abiti realizzati a mano e unici, ispirati alle opere e
alle invenzioni del Genio per eccellenza.

L'Asta Terminerà Tra:

Proroga Data Chiusura Asta

Alla luce degli accadimenti che stanno interessando l’opinione pubblica nazionale e internazionale, si rende opportuno prorogare il termine di chiusura dell’asta on line alla data del 30 Aprile alle ore 16:00.

Gli abiti in esposizione saranno messi all’asta per una raccolta fondi il cui ricavato sarà devoluto

all’associazione VIDAS

a sostegno della sua attività e del suo impegno sociale.

 

VIDAS
Leonardo-Prigioniero-Del-Volo-Presentazione

La Moda come volano d’Arte e proiettore della genialità di Leonardo da Vinci.

Una mostra collettiva, composta da 30 abiti realizzati da stilisti e pittori affermati. un gruppo di detenuti della II° Casa di Reclusione di Milano Bollate supportati dall’istituto Il Teatro della Moda e alcuni suoi allievi, rende omaggio a questo straordinario personaggio.

 

Reinterpretando la sua infinita opera di ricerca nei più svariati settori della scienza e dell’arte, le tecniche, le figure geometriche, i tagli e le Linee dell’alta sartoria giocano con le nuances dei tessuti e dei dipinti su stoffa. Il genio di Leonardo da Vinci. le sue opere, i suoi studi e le sue innovazioni si fondono con la creatività e la sapienza di artisti e artigiani contemporanei dando vita ad abili-sculture dì notevole impatto scenografico.
Nel 500esimo anniversario dalla sua morte, Leonardo da Vinci suscita ancora un fascino indiscusso e ammirazione senza eguali.
L’eterogeneità e l’attualità dei suoi studi, ancora oggi fonte di ispirazione, ci consegnano l’immagine di un uomo capace di abbattere i propri confini e i limiti del suo pensiero, del suo spazio e del suo tempo.

Un progetto ideato e realizzato da:

La II Casa di Reclusione di Milano – Bollate

e Associazione Catena in Movimento Onlus.

A Cura di: Simona Gallo


Oggi, grazie all’eredità che ci lascia, possiamo conferirgli il valore di un personaggio senza tempo e visionario che, superando schemi accademici seppe collegare passato, presente e futuro in una continua tensione alimentata dal suo virtuoso intuito, lo stesso che lo portò a ipotizzare l’impossibile: IL VOLO.

Leonardo Prigioniero Del Volo

Volare fu per lui l’impresa incompiuta che lo rese prigioniero di un sogno in un’epoca troppo acerba per comprenderlo appieno.

È a quest’ultimo desiderio che la mostra dedica il suo titolo, nel tentativo di trasmettere, anche attraverso la moda come forma d’arte, stesso desiderio di spiccare il volo superando propri confini, materiali e mentali.

 

In tale contesto, in occasione dei 500 anni dalla morte del grande Genio, anche un gruppo di detenuti, in qualità di soggetti attivi della società, ha deciso di fare la sua parte.
All’interno della II° Casa di Reclusione dì Milano-Bollate, nota per essere un’istituzione modello in materia di rieducazione e re-inserimento sociale, i detenuti che partecipano al laboratorio di sartoria della Onlus Catena in Movimento, hanno scelto il tema del volo per realizzare 14 abiti di sartoria artigianale, 10 degli allievi della Scuola Il Teatro della Moda e 6 sono gli abiti creati degli stilisti invitati tra cui anche dei brand di fama internazionale, che reinterpretano l’opera del grande Genio in collaborazione con pittori d’eccellenza.

Leonardo-Prigioniero-Del-Volo-Mission