IL Teatro della Moda Scuola di moda Milano

Abito di Giulia Pegollo

Liberamente ispirato a “La camera degli specchi” , Manoscritto B, 1489, Manoscritti di Francia, Parigi, Institut de France.


“Lo specchio è il maestro de ‘pittori … Lo ingegno del pittore vuol essere a similitudine dello specchio” (Trattato della Pittura, Leonardo da Vinci).
Il numero otto è fondamentale nell’opera, in quanto è il numero delle pareti della camera degli specchi ideata da Leonardo da Vinci.
L’abito a sirena dunque è composto da otto teli, così come le “ali” che riproducono la pavimentazione della camera.
L’adesivo che orma lo specchio è stato diviso in più parti e applicato sulla stoffa solo sul lato anteriore della creazione.

All’interno delle ali sono state inserite stecche rigide nella raggiera e stecche più morbide nel perimetro così da permettere alle ali di piegarsi su se stesse quando non vengono utilizzate.
Quest’ultime sono attaccate al centro della schiena e hanno, più o meno, la stessa struttura delle “Ali di Iside” che si usano nella danza del ventre.

Lascia un commento