IL Teatro della Moda Scuola di moda Milano

Abito di Nina Tsiklauri

Liberamente ispirato a “La vite aerea” , Manoscritto B, foglio 83 v., 1489, Manoscritti di Francia, Parigi, Institut de France.


Leonardo durante la sua esistenza è sempre stato affascinato dal volo e questa mia creazione si ispira a una delle sue macchine volanti più famose e più iconiche, ovvero “La Vite Aerea”, che sembra sia stata la precorritrice dell’elicottero moderno.
Questo progetto mette al centro di tutto l’Essere Umano, così come il famoso “Uomo Vitruviano”.
L’abito rievoca il periodo storico in cui Leonardo è vissuto, soprattutto nella scelta del velluto e dei decori in argento, molto utilizzati all’epoca, ma discostandosene per l’uso della forma aderente in vita e quello del tulle per la parte inferiore del capo.
Quest’ultimo vuole dare l’impressione di una nuvola, rimandando così idealmente al tema del volo.
Dal punto di vista realizzativo, oltre alle raffinate tecniche di sartoria che rendono l’abito prezioso per sua manifattura, sono state usate tecniche innovative come la stampa 3D per realizzare “l’elica”.

Grazie alle caratteristiche del materiale scelto, il TPU, si è raggiunto il risultato sperato in fase di ideazione, mantenendo quindi il design voluto senza rinunciare al giusto grado di leggerezza, resistenza e comodità nell’indossare “l’elica” che doveva cingere il corpo dai fianchi fino al collo. Sulla stessa è stata riportata una delle frasi di Leonardo più famose che riguarda il volo, anch’essa realizzata con stampa 3d.
L’abito in definitiva vuole essere un omaggio al pensiero di Leonardo e la sintesi tra qualità artigianale e innovazione nella tecnica realizzativa, in un processo creativo che va dal Rinascimento fino al XXI secolo attraverso le tecniche tradizionali della sartoria artigianale.

Lascia un commento