IL Teatro della Moda Scuola di moda Milano

Abito di Ambra Chiavarotti

Liberamente ispirato a “Angelo incarnato”, Carboncino su carta ruvida blu, c. 1513-1515.


Ispirato a il “Disegno Erotico” (o “Angelo Incarnato”) di Leonardo – opera controversa e provocatoria, rappresentante un uomo nudo dalle fattezze androgine e dal sorriso beffardo – questo progetto vuole unire due aspetti un po’ dissonanti della moda: da una parte la purezza dell’abito da sposa, dall’altra l’audacia dell’intimo e la corsetteria.
Il risultato è un abito etereo, fatto di giochi di trasparenze e dalle rifiniture pregiate, la cui natura non appartiene appieno a nessuna delle due categorie. Perché, come nelle opere di Leonardo, ci troviamo di fronte a un misto di spunti e stimoli: a metà tra cielo e terra, tra sacro e profano.

L’abito, in chiffon italiano di pura seta dalla leggerezza impalpabile, è realizzato con cura minuziosa e un grande numero di parti lavorate interamente a mano, per essere poi impreziosito ulteriormente con ricami e perle.

Lascia un commento